giovedì 27 dicembre 2012

Insalata di pollo e arance

Oggi mi sono svegliata col pensiero di mostrarvi questa ricetta del riciclo che ho provato qualche tempo fa e che ieri, avendo avanzato del pollo arrosto a Natale, mi è ritornata in mente.
E' un piatto fresco, di quelli che ti puliscono la bocca, complice l'arancia, che ti lasciano leggera, quello che ci vuole per affrontare il cenone dell'ultimo dell'anno. 
E' una ricetta senza pretese, con pochi ingredienti , dove servono due cose di buona qualità, un buonissimo olio extra vergine d'oliva e delle arance succose e non dolcissime. 



Ingredienti
  • pollo arrosto
  • arance 
  • olive nere
  • olio extra vergine d'oliva
  • sale
  • pepe nero

sabato 8 dicembre 2012

Strudel di mele di Pellegrino Artusi a modo mio

In questo periodo avrete notato sicuramente la mia latitanza ma mi perdonerete visto che sono impegnatissima per via del trasloco. Dopo 12 anni lascio il mio amato appartamento, con le sue stanze piccole, la cucina non certo spaziosa ma stracolma delle mie numerosissime pentole e attrezzi di ogni genere, dai pelapatate, indispensabili per ogni cuoca, allo scavino per il melone, sia mai che mi capiti di dover fare delle palline per un dolce, dall'affetta tartufi, che poi a me nemmeno piace, al denocciolatore per olive. Ora sta per iniziare una nuova avventura, avrò una cucina piccola ma questa volta a mia completa disposizione e soprattutto avrò molto più spazio e luce per fare le foto, e che luce ragazzi, forse anche troppa visto il numero delle finestre che dovrò pulire... ma questa è un'altra storia.

Per questa occasione ho pensato ad un dolce semplice, una ricetta del passato di Pellegrino Artusi, che guarda al futuro, visto che lo strudel non è arrotolato in maniera classica. 




Ingredienti

Pasta strudel
  • 250 g farina 00
  • noce di burro
  • 1 uovo
  • 1/2 bicchiere di latte tiepido
  • sale 

Ripieno
  • 500 g mele a pezzetti
  • 80 g uvetta
  • 100 g burro fuso
  • cannella
  • 2 cucchiai di pinoli
  • pan grattato

lunedì 26 novembre 2012

Biscotti di grano saraceno

Il grano saraceno lo uso per lo più per preparare la torta tipica dell'Alto Adige, quella con la farina di mandorle e lo strato di marmellata ai mirtilli rossi. Ma non è che si può fare sempre quella e allora ho dovuto cercare qualcos'altro di buono in cui si potesse utilizzare questa farina. Tra le alternative valide ho trovato questi biscotti con grano saraceno e zucchero di canna che sono friabili e si prestano a molte varianti, tipo l'aggiunta nell'impasto di nocciole tritate o buccia di agrumi. A me piacciono particolarmente inzuppati nel te o negli infusi di frutta.
  


Ingredienti
  • 180 g farina grano saraceno
  • 100 g farina 00 
  • 125 g burro
  • 65 g zucchero semolato
  • 60 g zucchero di canna (io uso quello integrale di canna)
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci 
  • pizzico di sale

mercoledì 14 novembre 2012

Riso long&wild e zucca saltati

Buona la zucca, mi piace moltissimo! Risotto, pane, crema, parmigiana e pure dolci, puoi darmela come ti pare e io l'apprezzo sempre. 
A proposito di zucca, mi viene in mente un episodio della mia vita molto divertente, almeno per me, che riguarda la prima volta che ho invitato Guido a cena a casa mia. Mi ricordo di avergli preparato una crema di zucca e patate, buonissima per me. Lui l'ha mangiata tutta dicendomi anche che era buona, salvo poi scoprire a distanza di mesi che la zucca a lui proprio non piace. Per fortuna nel corso degli anni mi sono rifatta, sfatando il detto "il buongiorno si vede dal mattino", ah al secondo invito non gli ho riproposto la zucca!
Fatta questa parentesi, veniamo alla ricetta che altro non è che un riso long&wild saltato con zucca, pancetta e porro, facile e veloce.




Ingredienti per 2 persone
  • 100 g pancetta a dadini
  • 200 g zucca a dadini
  • 1 bicchiere colmo riso long&wild
  • 1/3 porro
  • olio extravergine d'oliva
  • sale
  • pepe

giovedì 8 novembre 2012

Polpette al curry

Quest'estate sono stata omaggiata di un buonissimo curry proveniente dalla Malesia, non vi dico che profumo e che bontà, tutto un altra cosa rispetto a quello che si trova solitamente al supermercato! 
Pensa e ripensa a come usarlo la prima volta, eh si perchè se, usando un ingrediente particolare, sbaglio la prima ricetta di solito quell'ingrediente mi "diventa antipatico" e finisco per non usarlo più o usarlo malvolentieri, ho deciso di fare delle polpette. 
Queste polpette hanno il curry all'interno e poi un sughetto di cottura anch'esso al curry, di conseguenza sono molto speziate e anche un pò piccantine. Se non vi piace molto il curry avete due possibilità: o metterne un pò meno oppure cambiare ricetta, forse la seconda opzione è più indicata. 
Se vi state chiedendo se le polpette mi sono piaciute o meno, la risposta è si, quindi il curry è salvo e avrete altre ricette a base di questo ingrediente.



Ingredienti per 4 persone
250 g manzo macinato
2 uova
3 manciate grana
2 manciate pane grattugiato
1 cucchiaino curry 
pizzico di sale
prezzemolo tagliuzzato

Ingredienti per la salsa  
olio extra vergine d'oliva
2 mestoli di brodo
1/2 cucchiaino curry
burro e farina per addensare

mercoledì 31 ottobre 2012

Crostata cioccolato e pere

Questa ricetta la dedico a Giorgio!! :)
Giorgio è un assiduo lettore di questo blog, nonchè amico di vecchissima data dei genitori del mio ragazzo, che io non ho ancora avuto il piacere di conoscere...speriamo di rimediare presto.  Giorgio deve essere una buona forchetta ma mi pare di aver capito anche molto goloso e ultimamente si lamenta del fatto che posto pochi dolci, così per farmi perdonare ho deciso di mostrarvi questa crostata. Ora come minimo deve provare a farla, naturalmente da solo, gli altri potranno aiutarlo solo a mangiarla!
Ho scelto questa ricetta perchè è di una golosità incredibile, io l'adoro e la preparo spesso per portarla a cena da amici. Certo non è un dolce leggero ma in caso di dolci la leggerezza è un optional. 




Ingredienti per la frolla
  • 220 g farina 00
  • 30g cacao amaro
  • 150 g burro
  • 70 g zucchero a velo
  • 1 tuorlo
  • semi di una bacca di vaniglia

Ingredienti per le pere
  • 300 g zucchero
  • 1 litro d'acqua
  • 4 pere mature e sode di dimensione media
  • scorza di metà limone
  • baccello di vaniglia

Ingredienti per la crema
  • 100 ml latte fresco alta qualità
  • 100 ml panna fresca 
  • 100 g cioccolato fondente al 70%
  • 50 g zucchero semolato
  • 2 uova medie   

giovedì 25 ottobre 2012

Plumcake cocco e cioccolato

Quante volte vi è successo di fare un dolce con le gocce di cioccolato e al momento del taglio vi siete accorti del fatto che il cioccolato era concentrato tutto sul fondo? Questo plumcake ha proprio la particolarità di avere il cioccolato ben distribuito, eliminando questo fastidioso problema!
Gli ingredienti sono i mie preferiti, cocco e cioccolato, buonissimo per una colazione che ti assicura la carica per tutta la giornata. 





Ingredienti
  • 280 g farina 00
  • 200 g burro morbido
  • 200 g zucchero semolato
  • 80 g farina di cocco
  • 90 g cioccolato fondente
  • 6 uova
  • semi di mezza bacca di vaniglia o 1 bustina di vanillina
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • pizzico di sale

venerdì 19 ottobre 2012

Frittata patate e spinaci

E' da giorni che penso a quale ricetta postare e questa frittata non l'avevo proprio presa in considerazione. Troppo semplice avevo pensato, quasi un piatto banale! Ma poi mi sono detta: "perchè non pubblicarla?". Del resto tra le motivazioni che mi hanno spinta ad aprire questo blog, una delle principali era quella di mostrare cosa cucino di solito e sfido a trovare qualcuno che tutti i giorni prepara il filetto alla stroganoff. Io sono tra quelle che alterna piatti semplicissimi a pietanze succulente che magari richiedono ore di preparazione, e tra questi piatti semplici non può non mancare la frittata in tutte le salse possibili e immaginabili. 
La frittata con patate e spinaci è tra le mie preferite, le patate lesse schiacciate danno alla frittata una morbidezza incredibile...provare per credere.
 



Ingredienti
  • 4 uova medie
  • 50 g di spinaci spadellati col burro e tagliuzzati
  • 50 g di formaggio grattugiato misto tra grana padano e pecorino romano
  • 3 patate lesse medio piccole schiacciate
  • sale
  • pepe 
  • 15 ml latte 
  • olio extravergine d'oliva

mercoledì 10 ottobre 2012

Spaghetti vongole e salicornia

Non so voi ma io questa salicornia non la conoscevo proprio, o meglio, l'avevo vista un sacco di volte ma non avevo assolutamente idea del fatto che si potesse mangiare. Capirete il mio stupore quando Sandra, in una delle scorribande a casa di Doretta, ha iniziato a parlare di questa alga e a spiegare come si potesse usare in cucina. Curiosa per natura, me ne sono fatta dare un mazzetto da Doretta, che ha la fortuna di abitare in un posto di mare in cui se ne trova in abbondanza, e mi sono decisa a usarla per questo piatto con le vongole, che aveva già sperimentato Doretta.


Ora che ho mollato la bomba, sono sicura che in tanti mi chiederete che sapore ha questa salicornia, vi rispondo subito dicendovi che sa di mare ed ha un retrogusto leggermente amarognolo che a me è piaciuto molto. E' un piatto da rifare? Sicuramente si.




Ingredienti per due persone

  • 300 g vongole
  • mazzetto di salicornia
  • 160 g spaghetti
  • olio extravergine d'oliva
  • spicchio d'aglio
  • prezzemolo

domenica 30 settembre 2012

Biscottini al cioccolato fondente

Se vi piace il cioccolato fondente non potete non amare questi biscottini! Sono una cosa paradisiaca, il problema è che una volta assaggiati sarà difficile smettere di mangiarli perchè uno tira l'altro e il rischio sarà quello di fermarsi solo quando saranno finiti.
A me sono piaciuti molto con il tè, ma sarebbe meglio abbinarli ad una bella tazza di latte calda o per chi vuole strafare ad una tazza di cioccolata.  
La ricetta l'ho trovata in un libro della serie "la cucina degli ingredienti", naturalmente l'ingrediente è il cioccolato.
L'unica raccomandazione è nei tempi di cottura perchè se li farete cuocere troppo il rischio sarà quello di ritrovarsi dei fossili al posto dei biscotti!




Ingredienti
  • 100 g cioccolato fondente
  • 110 g farina 00
  • 50 g burro
  • 55 g zucchero semolato
  • 15 g cacao
  • 1 uovo medio
  • 1 baccello di vaniglia
  • pizzico di lievito per dolci
  • zucchero a velo
  • pizzico di sale

sabato 22 settembre 2012

Cavatelli

Questo post ha un doppio scopo: il primo è quello di insegnarvi a fare i cavatelli, il secondo è quello di obbligare me a rifarli! E' da un pò di tempo infatti che la pigrizia mi ha assalito; cucino pochissimo e per lo più cose semplici, già fatte o che non hanno niente di particolare. Ma vi prometto che presto vi preparerò un piatto delizioso usando questa pasta, so già cosa fare ma per ora non vi dirò altro. 
Per fare i cavatelli ho usato come al solito la semola rimacinata di grano duro e per le dosi ho seguito la mia solita ricetta: "impasto base per la pasta fresca di grano duro".
E' un formato molto semplice e poco impegnativo tanto che potrete farvi aiutare anche da eventuali bambini, che vi assicuro si divertiranno un sacco. 

 

martedì 11 settembre 2012

Bollito marinato

In una delle visite alla mia amica Doretta, autrice ora anche del nuovissimo blog "Sarda in Saòr", sono tornata a casa con un profumatissimo mazzo di aromi misti.  Ben consigliata dalle mie amiche, che me ne avevano più volte parlato come di un piatto eccezionale, ho deciso di provare a fare questa carne marinata alla maniera di Doretta.  
Si tratta di una ricetta semplice, che dovete preparare il giorno prima di servirla, ideale per chi ha poco tempo o ha da cucinare anche altre cose. Essenziale per la buona riuscita del piatto è usare aromi freschi e un buon olio extravergine d'oliva!  
E' un piatto che va bene tutto l'anno anche se secondo me, questo è il periodo ideale per prepararlo, visto il clima nè troppo caldo nè troppo freddo, che permette di utilizzare il brodo  per fare un saporito risotto o una minestra, e la carne per farla marinata. 




Ingredienti
  • 1 Kg di carne di manzo da bollito non troppo magra
  • 2 cucchiai di aceto di vino 
  • 2 cucchiai di aceto balsamico
  • 1 cucchiaio di senape di Digione
  • 2 cucchiai di capperi 
  • erbe aromatiche miste (io ho usato: rosmarino, salvia, timo, maggiorana, erba cipollina, origano, aneto, finocchietto, dragoncello, basilico e prezzemolo) 
  • aglio
  • sale
  • pepe
  • olio extravergine d'oliva in abbondanza

lunedì 3 settembre 2012

Insalata di pollo alla genovese

Questa ricetta avrei voluto mostrarvela prima delle vacanze ma poi presa dalla frenesia dei preparativi, tra una valigia da fare e un pacco da spedire, tra i regali per la nipotina da comprare e la lista delle cose da portare, non c'è stato proprio il tempo! Ma ora le vacanze sono finite, domani mi aspettano in farmacia e tutto è ritornato alla normalità, quindi avanti con la cucina e le mie ricette.
Ad agosto, quando ho provata per la prima volta questa ricetta, ho apprezzato la versione fredda, in questi giorni però, complice questo bel freschetto, preferisco la versione tiepida a quella fredda. Lascio a voi la scelta se gustarla tiepida o meno, ma vi consiglio comunque di provarle entrambe. 
La ricetta è di Chiara, che ringrazio per questa semplice delizia, che ha salvato tanti miei pranzi agostiani.
Gli ingredienti sono pochi: patate, pollo, pinoli, fagiolini e pesto di basilico con solo olio extra vergine d'oliva e pinoli, niente di più niente di meno.  L'ho provata anche con il pesto ligure classico fatto con pinoli, olio, pecorino e parmigiano ma mi è piaciuta meno.





Ingredienti
  • patate cotte al vapore o lesse
  • fagiolioni lessi
  • petto di pollo alla piastra
  • pinoli
  • pesto di basilico, olio extravergine d'oliva e pinoli
  • olio extravergine d'oliva

giovedì 9 agosto 2012

Ciambella marmorizzata di Cristina

Se c'è un dolce che posso preparare per far contento Guido, quello è la ciambella marmorizzata. Solo che non posso fargli sempre la stessa cosa, mi annoierei a morte, per cui ogni volta cambio ricetta. Fin ad ora penso di essere a quota 15 versioni, tutte più o meno simili e diverse nello stesso tempo: ci sono quelle con tanto burro, quelle con olio, quelle aromatizzate, quelle con la panna e quelle con lo yogurt, insomma ne ho per tutti i gusti.
Questa è l'ultima che ho provato la settimana scorsa è ad oggi una delle versioni che mi è piaciuta di più. E' molto equilibrata nel gusto e leggera, visto lo yogurt al posto della solita crema di latte che si trova immancabilmente nelle ricette tedesche. Inoltre non unge vista la quantità ben dosata di burro. Una ricetta assolutamente da rifare e da consigliare.
Come vedete dal titolo del post la ricetta è di Cristina, una mia amica, che a quanto pare, vista la bontà di questa torta, mi sa che ha in serbo anche altre ricette niente male. Quindi Cristina cerca di sganciare altre prelibatezze che qui sono sempre ben accette!
Io ho seguito tutte le sue direttive, sai mai che facevo arrabbiare l'avvocato, che quella poi mi fa causa e mi manda in rovina. :) Però in verità un paio di cambiamenti io li ho fatti rispetto alla sua ricetta, cose che di per sé non cambiano molto il risultato ma che vanno ad incidere sul gusto personale: ho diminuito lo zucchero e ho sostituito il mezzo bicchierino di limoncello con la vaniglia, niente di che insomma.


  

Ingredienti per stampo da 26 cm
  • 5 uova
  • 290 g zucchero semolato
  • 334 g farina 00
  • 300 g yugurt bianco 
  • 166 g burro 
  • sale
  • 25 g cacao amaro
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • semi di mezza bacca di vaniglia

martedì 31 luglio 2012

Plumcake al parmigiano

Chi l'ha detto che i plumcake bisogna farli sempre dolci? Ci sono tantissime ricette salate che sono una più buona dell'altra, ma non so perchè alla fine raramente si provano. 
Oggi voglio farvi vedere una ricetta niente male che ho trovato sul sito francese "SoCook", un plumcake salato con parmigiano e chorizo, prevedeva la ricetta originale, ma visto che il chorizo nei supermercati vicino casa non lo trovo facilmente, mi sono buttata sullo speck. Ne è venuto fuori un plumcake niente male, saporito, ottimo da mangiare da solo ma anche da accompagnare a salumi. Io ne ho fatto uno grande ma anche l'idea di fare dei piccoli plumcake mono porzioni non mi dispiace per niente. 



Ingrdienti
  • 150 g farina 00
  • 125 ml latte intero
  • 200 g speck
  • 100 g parmigiano grattugiato 
  • 80 ml olio di semi
  • 3 uova
  • 1 bustina di lievito chimico non vanigliato
  • timo 
  • sale 
  • pepe

giovedì 26 luglio 2012

Peperoni ammollicati leggeri

Sarà che la prova costume ormai incombe, ma ultimamente prediligo usare ricette leggere, con pochi grassi. Le verdure lesse o al vapore però mi mettono tristezza, quindi cerco sempre metodi di cottura alternativi che mi permettano di arricchirne il gusto ma di preservarne le calorie. Uno di questi metodi è senz'altro la griglia, pentola che non deve mai mancare in una cucina, visto che si può usare con innumerevoli cibi, dalla verdura alla carne senza contare poi la frutta.
I peperoni sono tra le verdure che più mi piacciono per questo tipo di cottura, rimangono belli polposi e poi, cotti così, è possibile anche spellarli.  




Ingredienti per 4 persone
  • 800 g peperoni
  • 50 g pan carrè
  • 30 g di pecorino o grana grattugiato
  • 1 cucchiaio di capperi sotto sale
  • 2 cucchiai d'olio extra vergine d'oliva
  • origano
  • sale

mercoledì 18 luglio 2012

Pici alle acciughe, fiori, timo e pinoli

Oggi ricetta dell'ultimo minuto come quelle che piacciono molto a me e che alla fine sono quelle che un pò tutti amiamo fare. Ma non è finita qui, oltre ai tempi record di esecuzione questa ricetta ha dalla sua il fatto che tranne che per i fiori di zucchina, si fà con cose che solitamente si  hanno in dispensa. Meglio di così? 
Considerando la cottura della pasta riuscirete a preparare tutto al massimo in 20-25 minuti, il sugo infatti lo potete preparare in contemporanea alla cottura. Sul formato di pasta consiglio i pici toscani oppure dei bei bigoli o spaghetti, la pasta corta con questo sughetto non ce la vedo al massimo forse dei fusilli bucati corti.
La ricetta è di Claudio, un ottimo cuoco dilettante che se avesse più tempo chissà quante altre cose buone sfornerebbe! 



Ingredienti per 4 persone
  • 350 g pici
  • 20 fiori di zucca
  • 120 g acciughe sott'olio
  • 120 g pinoli
  • 1 mazzetto di timo
  • 2 spicchi d'aglio
  • buccia di 1 limone grattugiata
  • olio extra vergine d'oliva
  • sale
  • pepe

martedì 10 luglio 2012

Crostata di lamponi con crema soffice alla vaniglia

Diversi mesi fa in uno dei miei giri per librerie presi in mano il libro di Claudio Sadler "Menù per quattro stagioni". Sfoglia e risfoglia questo libro l'occhio mi cadde sulla foto di questa crostata, da questo punto in poi il suo destino era già segnato. Dato uno sguardo al prezzo e vista la cifra pensai che proprio non sarebbe stato giusto lasciarlo da solo in quello scaffale così in bella mostra a prendere polvere quando invece a casa mia avrebbe potuto trovare tanti bei fratellini!! Per cui come avrete capito comprai subito quel libro. 
Ogni tanto lo prendevo, lo sfogliavo e quando arrivavo a quella pagina continuavo a dire "che buona questa crostata!". 
Nel frattempo in uno dei viaggi in treno in direzione Venezia fatti con la mia amica Serafina, pensando a un dolce da portare alle mie amiche mi è venuta in mente questa ricetta e complice una settimana di ferie da passare qui a Padova è arrivato finalmente il momento giusto per farla.
Ho iniziato domenica mattina alle 9, ho impastato gli ingredienti della frolla e l'ho subito messa in frigo e fino a lì nessun problema. Il bello è venuto quando ho ripreso la frolla per stenderla nella pirofila. Temperatura in cucina, l'aria condizionata è un miraggio in casa mia, 31 gradi prima di accendere il forno, dopo è meglio che io non abbia avuto tempo per andare a vedere il termostato. Ho cominciato a stendere la frolla già ampiamente collaudata e il burro ha iniziato a sciogliersi più che mai e lì sono iniziati i sudori freddi per cercare di creare una base non troppo spessa con uno spessore più o meno omogeneo. Tra un mancamento e un altro con la consapevolezza che devo essere matta per mettermi a fare la frolla con questo caldo, ce l'ho fatta!
Il resto è stata una passeggiata in bicicletta. 




Ingredienti per una tortiera da 28 cm

Pasta frolla
  • 270 g farina 00
  • 180 g burro morbido
  • 120 g zucchero a velo
  • 30 grammi farina di mais
  • 3 tuorli
  • 3 g sale
  • buccia grattugiata di metà limone
  • buccia grattugiata di metà arancia

Crema alla vaniglia
  • 100 g latte fresco intero
  • mezza stecca di vaniglia
  • 150 g panna fresca
  • 50 g zucchero semolato
  • 3 tuorli
  • 5 g colla di pesce 
  • 3 cestini da 125 g di lampone 

Gelatina di lamponi
  • 200 g lamponi
  • 100 g zucchero semolato
  • 8 g colla di pesce

Inoltre 100 g cioccolato bianco 

lunedì 2 luglio 2012

Cous cous freddo alle verdure

Non so voi ma io con questo caldo ho messo la cucina a riposo! Mangio quasi esclusivamente piatti freddi la cui preparazione richiede tempi brevissimi, assolutamente nessun utilizzo del forno e possibilmente nessuna cottura .Del resto non avendo l'aria condizionata sfido chiunque a mettersi ai fornelli con Caronte alle costole.
Un piatto che ha quasi tutte le caratteristiche che vi ho descritto sopra è senza dubbio il cous cous freddo alle verdure, un piatto molto fresco e leggero che si lascia mangiare facilmente anche con 40 gradi. L'unico inconveniente è che io lo faccio con le verdure grigliate, per cui mi tocca stare davanti alla griglia per qualche minuto ma per il resto si fà tutto a freddo e si mangia che è una meraviglia!  E' un piatto che va fatto al giorno prima o alla mattina per essere mangiato alla sera in modo da permettere a tutti i sapori di amalgamarsi.



Ingredienti
  • cous cous
  • melanzane grigliate
  • zucchine grigliate
  • pomodorini ciliegino
  • olio extra vergine d'oliva
  • sale
  • succo di limone
  • menta

lunedì 25 giugno 2012

Trionfo all'ananas e rum

In questi giorni in cui il caldo non ci dà tregua, non so voi, ma io ho particolarmente voglia di dolci freschi e cremosi e in particolare di dolci che abbiano tanta frutta. Questa torta nasce proprio per soddisfare questo tipo di esigenza. E' una torta fresca e nonostante la crema non è per niente pesante, va mangiata fresca tolta cinque minuti prima dal frigo. 
Per ammorbidire il pan di spagna ho usato un mix di rum bacardi e di succo d'ananas al naturale, per intenderci quello della lattina dell'ananas al naturale, una bagna fresca e non troppo alcolica. All'interno per compensare la voglia di frutta ci sono tanti pezzetti d'ananas al naturale, sconsiglio quella sciroppata, troppo dolce per i miei gusti. Per la crema invece non potevo non scegliere la camy cream, un mix di mascarpone e crema di latte, una delizia per il palato.




Ingredienti
  • pan di spagna di 22 cm
  • 2 barattoli d'ananas al naturale
  • mezzo bicchiere di rum bacardi
  • 3 pacchettini di pavesini
  • nastro d'organza 

martedì 19 giugno 2012

Caprese di stracchino

C'è una donna che se non esistesse bisognerebbe inventarla, una ne pensa e mille ne crea e per sua fortuna una meglio dell'altra. Vi starete chiedendo chi sia questa donna, ma non so se posso dirvelo, potrebbe montarsi la testa. Ma oggi mi sento buona e vi svelerò quella che molto spesso è il mio ricettario ambulante, come dico io, ovvero Doretta di "Dolci Pensieri"
Questa ricetta l'ha fatta la prima volta l'estate scorsa, io l'ho provata subito ed è stato amore al primo assaggio tanto da diventare uno dei miei piatti forti. I motivi sono innumerevoli, è veloce, è economica, si fa il giorno prima, è fresca, è goduriosa e potrei continuare ancora. Io la preferisco di molto alla classica caprese con mozzarella, la consistenza cremosa mi piace molto di più e poi abbinata a un pane morbido ai cereali o a un croccante crostino è ancora meglio.
Elemento fondamentale per la sicura riuscita di questa ricetta è la bontà degli ingredienti. Se non avete dei pomodorini ciliegino dolcissimi, un buono stracchino cremoso o un olio extravergine d'oliva di quelli buoni, cambiate ricetta!



Ingredienti
  • pomodorini ciliegino
  • stracchino
  • basilico
  • olio extra vergine d'oliva
  • sale
  • pepe 

lunedì 11 giugno 2012

Pici agli asparagi

Questo è un piatto dell'ultimo minuto! Uno di quelli che si fà quando si torna a casa tardissimo, con una fame terribile e con i minuti contati per far tutto. Vi capita mai? A me spesso. 
Questa ricetta l'ho presa dal blog del mio amico Francesco "la cucina degli angeli", se non lo conoscete vi consiglio di darci un'occhiata perchè troverete di sicuro tante ricette interessanti.
Grazie a lui ho imparato anche un trucchetto per mantenere belli verdi gli asparagi lessi, ovvero quello di mettere un pò di bicarbonato quando l'acqua bolle. 
E' un piatto semplice con pochissimi ingredienti ma molto gustoso, sempre che vi piacciano gli asparagi, diversamente cambiate ricetta.  



Ingredienti 
  • asparagi
  • pomodorini ciliegino
  • cipollotto
  • pici, spaghetti o bigoli
  • grana padano 
  • sale

mercoledì 6 giugno 2012

Torta salata di piselli profumata alla menta

Questa mattina non è stato proprio un dolce risveglio, una scossa di terremeto mi ha tirato fuori dal letto poco dopo le 6 e visto che di riaddormentarmi non c'erano speranze, eccomi qui a farvi vedere questa nuova torta salata. Devo avvertirvi che questa torta già a casa ha avuto pareri discordanti, in particolare la diatriba si è aperta sull'uso o meno di uno degli ingredienti, ovvero la menta. C'è chi ha apprezzato molto l'aggiunta di questa pianta aromatica e c'è chi ha apprezzato un pò meno. A me è piaciuta questa aggiunta aromatica, le dà una nota di freschezza che io ho apprezzato.
Ma una torta salata non può essere fatta certamente di sola menta, o meglio sicuramente si, ma in questo caso mi sa tanto che non piacerebbe nemmeno a me, quindi un ingrediente principale c'è e sono i piselli.
La stagione di quelli freschi mi sa che è appena finita ma per fortuna ci sono quelli surgelati che sono altrettanto buoni, se poi avete messo una scorta di piselli freschi in congelatore, tanto meglio.  




Ingredienti
  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 500 g piselli
  • 200 g ricotta
  • 120 ml latte
  • 3 uova
  • 20 g grana grattugiato
  • 3 foglie di menta
  • 1/4 cipolla
  • olio extra vergine d'oliva
  • sale

giovedì 31 maggio 2012

Pasta frolla di Claudio Sadler

Ultimamente ho sviluppato una vera e propria passione per la frolla e questo mi porta a provare sempre nuove ricette, tutte molto simili ma dal risultato diverso. Penso di aver provato ormai 15 ricette diverse. 
La crostata mi sa da dolce coccoloso, un tempo non mancava mai nei buffet per le feste di compleanno dei bambini, ora purtroppo si usa poco non perchè ai bambini non piaccia la crostata, ma perchè molto spesso gli adulti etichettano questo dolce come superato e si orientano verso altri dolci più golosi. 
Se siete nella categoria di quelli che non amano la crostata con la marmellata vi consiglio di imparare comunque a farla anche perchè la frolla la si trova spesso come base per diversi dolci, dalla torta con crema di riso a quelle con crema e frutta, per non parlare poi della pastiera o delle torte di mele.
Tanti non riescono ad ottenere una frolla decente, alcuni si lamentano perchè è troppo friabile altri invece perchè è troppo croccante. Io consiglio di provare diverse ricette tenendo conto del fatto che, più la quantità di burro è alta, più la frolla risulterà friabile, mentre più è alta la quantità di zuccherò, più la frolla risulterà croccante. Per cui non dovete far altro che regolarvi con le quantità di questi due ingredienti a seconda del risultato che volete ottenere.
Altra cosa importante quando si fa questo dolce è il tipo di zucchero che si usa,  io consiglio di usare solo lo zucchero a velo che si scioglie perfettamente con i tuorli. 
Questa ricetta non è farina dei miei esperimenti, l'ho copiata pari pari da Claudio Sadler. Mi è piaciuta perchè tra gli ingredienti ha la farina di mais, che  dà questa consistenza granulosa, che a me piace un sacco.




martedì 22 maggio 2012

Polpettone con sorpresa

Io mangio pochissima carne. Se dovessi fare una stima approssimativa del mio consumo di carne, direi che la mangio all'incirca ogni 10-15 giorni, al massimo. Il motivo di tutto ciò sta nel fatto che non mi piace poi così tanto il gusto che ha. Se a cucinarla sono io, devo ammettere molto raramente, la scelta va su ricette saporite che ne camuffano il gusto, come i polpettoni, le polpette, gli arrosti, gli involtini, i piatti speziati e in genere i piatti dove la carne non è l'unico ingrediente. 
I polpettoni ripieni mi piacciono particolarmente perchè c'è l'effetto sorpresa in chi lo mangia e poi perchè sono molto versatili. Si possono riempire con salumi, frittate, formaggi e soprattutto verdure diverse a seconda della stagione. 
Uno dei miei preferiti è il polpettone ripieno di prosciutto cotto ed emmental, con il formaggio che quando lo tagli fila.   La cottura può essere fatta al forno ma anche in pentola, io preferisco farlo in pentola.




Ingredienti
  • 500 g macinato misto
  • 100 g prosciutto cotto
  • emmental
  • 100 g grana grattugiato
  • 2 uova
  • prezzemolo
  • salvia
  • rosmarino
  • sale
  • pepe
  • olio extravergine d'oliva 
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • aglio in camicia

venerdì 18 maggio 2012

Lasagna ai carciofi e salsiccia

La stagione dei carciofi sta quasi per terminare,  in giro però se ne trovano ancora di belli, per cui vi conviene affrettarvi se volete provare questa lasagna prima che diventino introvabili. In mancanza di quelli freschi potete usare quelli surgelati che non sono affatto male. 
Una lasagna degna di questo nome però non può avere un solo ingrediente, quindi a fare compagnia ai carciofi c'è la salsiccia. L'accostamento di questi due ingredienti per me è diventato un must, insuperabile! Provare per credere. 




Ingredienti
  • 4 carciofi grandi
  • 300 g salsiccia
  • 250 g mozzarella
  • lasagne fresche del banco frigo
  • pecorino romano grattugiato
  • grana padano grattugiato
  • vino rosso
  • sale
  • aglio in camicia
  • olio extra vergine d'oliva

mercoledì 16 maggio 2012

Ragù di carne a modo mio

Di questa ricetta ci sono migliaia di varianti. Ogni casa ha la sua personalissima ricetta, che solitamente vi sembra identica alla vostra, ma che poi, quando andrete ad assaggiare, scoprirete diversa nel gusto. Io da diverso tempo ho adottato questa mia personale ricetta che naturalmente eseguo rigorosamente ad occhio senza pesare gli ingredienti, cosa che invece ho fatto questa volta, in modo da potervi dare indicazioni precise. 
A me il ragù piace già da solo, ci puccerei il pane e lo mangerei così direttamente dalla pentola, ma non disdegno le lasagne fatte con questo ragù nè tantomeno un bel piatto di tagliatelle o di orecchiette condite con questa salsa.
Sul tipo di carne, io consiglio di usare un macinato di carni miste, maiale e manzo, molto più saporito del solo manzo. E a chi pensa che il maiale sia troppo grasso e che faccia male al colesterolo e alla linea, ricordo che non ci sono più i maiali di una volta e che ora le loro carni sono molto più magre. 
Per quanto riguarda il pomodoro invece preferisco usare la passata, non mi piacciono nè i pelati, nè la polpa di pomodoro, gli danno una consistenza che non mi piace. 




Ingredienti
  • 500 g macinato misto maiale-manzo
  • 700 g passata di pomodoro
  • 1 cipolla piccola
  • 1 gambo di sedano
  • 1 carota medio piccola
  • olio extra vergine d'oliva
  • 1 bicchiere colmo d'acqua  
  • mezzo bicchiere di vino rosso
  • sale
  • basilico

mercoledì 9 maggio 2012

Carciofi ammollicati

La scorsa settimana sono stata a casa dai miei e visto che mio padre, tra le tante cose coltiva, ha anche i carciofi, ne ho approfittato. In barba ai limiti dei 10 kg del bagaglio a mano, ho infilato in valigia un sacchettino di carciofini appena raccolti, decisa a fare gli occhi dolci a chi mi avesse pesato il bagaglio. Per fortuna ho superato i controlli indenne e nessuno mi ha pesato il bagaglio, anche se sarebbe stato divertente vedere la faccia dell'hostess alla vista dei carciofini!!
Questi carciofini erano così buoni che anche semplicemente cotti in padella e conditi con un filo di buon olio extravergine sarebbero stati perfetti, io ho voluto complicare le cose e li ho fatti ammollicati. Volendo si può usare anche qualche erba aromatica, un pò di mentuccia o di prezzemolo ci stanno benissimo ma io questa volta non ne avevo e ho usato solo un mix di  pepe.




Ingredienti
  • 30 carciofini piccoli
  • 30 g pecorino romano 
  • 30 g pan grattato
  • 1 spicchio d'aglio in camicia
  • olio extravergine d'oliva
  • sale

martedì 1 maggio 2012

Madeleines al profumo di rosa

Che deliziosi pasticcini le madeleines, sono una di quelle cose che se non esistessero bisognerebbe inventarle! Hanno quella forma così carina, così delicata a conchiglia che assolutamente non possono mancare tra i pasticcini da offrire per un tè.
Ed è proprio per un tè pomeridiano con amici che ho preparato questa delicata variante con acqua di rose. L'aroma di rosa è appena percettibile, una nota delicata che rende questo dolce ancora più sofisticato.



Ingredienti
  • 55 g burro 
  • 40 g farina 00
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 1 cucchiaio d'acqua di rose
  • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci
  • pizzico piccolo piccolo di sale