giovedì 31 maggio 2012

Pasta frolla di Claudio Sadler

Ultimamente ho sviluppato una vera e propria passione per la frolla e questo mi porta a provare sempre nuove ricette, tutte molto simili ma dal risultato diverso. Penso di aver provato ormai 15 ricette diverse. 
La crostata mi sa da dolce coccoloso, un tempo non mancava mai nei buffet per le feste di compleanno dei bambini, ora purtroppo si usa poco non perchè ai bambini non piaccia la crostata, ma perchè molto spesso gli adulti etichettano questo dolce come superato e si orientano verso altri dolci più golosi. 
Se siete nella categoria di quelli che non amano la crostata con la marmellata vi consiglio di imparare comunque a farla anche perchè la frolla la si trova spesso come base per diversi dolci, dalla torta con crema di riso a quelle con crema e frutta, per non parlare poi della pastiera o delle torte di mele.
Tanti non riescono ad ottenere una frolla decente, alcuni si lamentano perchè è troppo friabile altri invece perchè è troppo croccante. Io consiglio di provare diverse ricette tenendo conto del fatto che, più la quantità di burro è alta, più la frolla risulterà friabile, mentre più è alta la quantità di zuccherò, più la frolla risulterà croccante. Per cui non dovete far altro che regolarvi con le quantità di questi due ingredienti a seconda del risultato che volete ottenere.
Altra cosa importante quando si fa questo dolce è il tipo di zucchero che si usa,  io consiglio di usare solo lo zucchero a velo che si scioglie perfettamente con i tuorli. 
Questa ricetta non è farina dei miei esperimenti, l'ho copiata pari pari da Claudio Sadler. Mi è piaciuta perchè tra gli ingredienti ha la farina di mais, che  dà questa consistenza granulosa, che a me piace un sacco.




martedì 22 maggio 2012

Polpettone con sorpresa

Io mangio pochissima carne. Se dovessi fare una stima approssimativa del mio consumo di carne, direi che la mangio all'incirca ogni 10-15 giorni, al massimo. Il motivo di tutto ciò sta nel fatto che non mi piace poi così tanto il gusto che ha. Se a cucinarla sono io, devo ammettere molto raramente, la scelta va su ricette saporite che ne camuffano il gusto, come i polpettoni, le polpette, gli arrosti, gli involtini, i piatti speziati e in genere i piatti dove la carne non è l'unico ingrediente. 
I polpettoni ripieni mi piacciono particolarmente perchè c'è l'effetto sorpresa in chi lo mangia e poi perchè sono molto versatili. Si possono riempire con salumi, frittate, formaggi e soprattutto verdure diverse a seconda della stagione. 
Uno dei miei preferiti è il polpettone ripieno di prosciutto cotto ed emmental, con il formaggio che quando lo tagli fila.   La cottura può essere fatta al forno ma anche in pentola, io preferisco farlo in pentola.




Ingredienti
  • 500 g macinato misto
  • 100 g prosciutto cotto
  • emmental
  • 100 g grana grattugiato
  • 2 uova
  • prezzemolo
  • salvia
  • rosmarino
  • sale
  • pepe
  • olio extravergine d'oliva 
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • aglio in camicia

venerdì 18 maggio 2012

Lasagna ai carciofi e salsiccia

La stagione dei carciofi sta quasi per terminare,  in giro però se ne trovano ancora di belli, per cui vi conviene affrettarvi se volete provare questa lasagna prima che diventino introvabili. In mancanza di quelli freschi potete usare quelli surgelati che non sono affatto male. 
Una lasagna degna di questo nome però non può avere un solo ingrediente, quindi a fare compagnia ai carciofi c'è la salsiccia. L'accostamento di questi due ingredienti per me è diventato un must, insuperabile! Provare per credere. 




Ingredienti
  • 4 carciofi grandi
  • 300 g salsiccia
  • 250 g mozzarella
  • lasagne fresche del banco frigo
  • pecorino romano grattugiato
  • grana padano grattugiato
  • vino rosso
  • sale
  • aglio in camicia
  • olio extra vergine d'oliva

mercoledì 16 maggio 2012

Ragù di carne a modo mio

Di questa ricetta ci sono migliaia di varianti. Ogni casa ha la sua personalissima ricetta, che solitamente vi sembra identica alla vostra, ma che poi, quando andrete ad assaggiare, scoprirete diversa nel gusto. Io da diverso tempo ho adottato questa mia personale ricetta che naturalmente eseguo rigorosamente ad occhio senza pesare gli ingredienti, cosa che invece ho fatto questa volta, in modo da potervi dare indicazioni precise. 
A me il ragù piace già da solo, ci puccerei il pane e lo mangerei così direttamente dalla pentola, ma non disdegno le lasagne fatte con questo ragù nè tantomeno un bel piatto di tagliatelle o di orecchiette condite con questa salsa.
Sul tipo di carne, io consiglio di usare un macinato di carni miste, maiale e manzo, molto più saporito del solo manzo. E a chi pensa che il maiale sia troppo grasso e che faccia male al colesterolo e alla linea, ricordo che non ci sono più i maiali di una volta e che ora le loro carni sono molto più magre. 
Per quanto riguarda il pomodoro invece preferisco usare la passata, non mi piacciono nè i pelati, nè la polpa di pomodoro, gli danno una consistenza che non mi piace. 




Ingredienti
  • 500 g macinato misto maiale-manzo
  • 700 g passata di pomodoro
  • 1 cipolla piccola
  • 1 gambo di sedano
  • 1 carota medio piccola
  • olio extra vergine d'oliva
  • 1 bicchiere colmo d'acqua  
  • mezzo bicchiere di vino rosso
  • sale
  • basilico

mercoledì 9 maggio 2012

Carciofi ammollicati

La scorsa settimana sono stata a casa dai miei e visto che mio padre, tra le tante cose coltiva, ha anche i carciofi, ne ho approfittato. In barba ai limiti dei 10 kg del bagaglio a mano, ho infilato in valigia un sacchettino di carciofini appena raccolti, decisa a fare gli occhi dolci a chi mi avesse pesato il bagaglio. Per fortuna ho superato i controlli indenne e nessuno mi ha pesato il bagaglio, anche se sarebbe stato divertente vedere la faccia dell'hostess alla vista dei carciofini!!
Questi carciofini erano così buoni che anche semplicemente cotti in padella e conditi con un filo di buon olio extravergine sarebbero stati perfetti, io ho voluto complicare le cose e li ho fatti ammollicati. Volendo si può usare anche qualche erba aromatica, un pò di mentuccia o di prezzemolo ci stanno benissimo ma io questa volta non ne avevo e ho usato solo un mix di  pepe.




Ingredienti
  • 30 carciofini piccoli
  • 30 g pecorino romano 
  • 30 g pan grattato
  • 1 spicchio d'aglio in camicia
  • olio extravergine d'oliva
  • sale

martedì 1 maggio 2012

Madeleines al profumo di rosa

Che deliziosi pasticcini le madeleines, sono una di quelle cose che se non esistessero bisognerebbe inventarle! Hanno quella forma così carina, così delicata a conchiglia che assolutamente non possono mancare tra i pasticcini da offrire per un tè.
Ed è proprio per un tè pomeridiano con amici che ho preparato questa delicata variante con acqua di rose. L'aroma di rosa è appena percettibile, una nota delicata che rende questo dolce ancora più sofisticato.



Ingredienti
  • 55 g burro 
  • 40 g farina 00
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 1 cucchiaio d'acqua di rose
  • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci
  • pizzico piccolo piccolo di sale