lunedì 30 settembre 2013

Torta di carote, cocco e mandorle glassata al cioccolato

Ieri è stata una giornata molto impegnativa dal punto di vista culinario, complice la pioggia ho passato quasi tutto il giorno in cucina, circondata da funghi porcini, con i quali ho preparato un arrosto e delle tagliatelle, e da carote che ho usato per questa buonissima torta.
In realtà avevo programmato di fare una torta caprese e quando sabato sera mi sono messa a sfogliare uno dei libretti sul cioccolato, Guido ha visto la foto di questa torta è ha proposto di provare questa.
In frigo avevo anche le carote che venivano dalla Val di Gresta, una valle del Trentino dove esiste un consorzio di produttori che coltiva per lo più biologico, che erano di una bontà incredibile. Vi dico subito che quando ho letto la ricetta, la prima cosa che ho pensato è che stavo per sprecare delle buonissime carote e due stecche di cioccolato fondente. Tra gli ingredienti non c'era nè olio nè burro, nè farina e la cosa mi ha lasciata molto perplessa tanto che, fino alla fine, la tentazione di aggiungere del burro fuso è stata tanta. Poi come al solito mi sono imposta di provare, almeno la prima volta, la ricetta tal quale è ho accantonato l'idea di metterci del burro.
Per fortuna la mini tortina di prova è piaciuta, così ho completato la torta con la glassa, questa però l'ho preparata stravolgendo la ricetta originale che prevedeva il cioccolato al latte. 




Ingredienti
  • 300 g carote pelate
  • 150 g mandorle
  • 150 g farina di cocco
  • 150 g zucchero semolato
  • 3 uova
  • mezza bustina di lievito per dolci
  • 200 g cioccolato fondente
  • 90 ml panna fresca 

lunedì 23 settembre 2013

Polpettone e che polpettone!

Era fine giugno quando mi sono accorta che Laura del blog Cucinalà aveva pubblicato la ricetta di questo polpettone. 
Vi dico che è stato amore a prima vista, circondato da tutti quei piselli faceva una voglia che non vi dico, poi uno sguardo alla ricetta e ho capito subito che quel polpettone mi sarebbe piaciuto e anche tanto. Carni miste, mortadella, pistacchi e ricotta, già ne sentivo il profumo! 
Peccato che poi sia arrivato il caldone a bloccare tutti i miei sogni culinari. Ora però, che fa un pò più di freschetto, si può tranquillamente accendere il forno e darsi alla pazza gioia.
La ricetta in realtà non è di Laura, è di sua mamma Emma, una signora simpaticissima e gentilissima,  che  mi sa tanto non se la cava poi così male in cucina. 




Ingredienti per 5 persone
  • 300 g macinato di manzo
  • 200 g macinato di maiale
  • 100 g mortadella macinata
  • 120 g ricotta vaccina
  • 2 cucchiai abbondanti di parmigiano reggiano grattugiato
  • 1 manciata di pistacchi
  • 1 uovo 
  • sale
  • pepe
  • prezzemolo
  • pangrattato per la panatura

domenica 15 settembre 2013

Crumble di prugne

Cosa fare se avete delle prugne mature e a voi piacciono quasi acerbe? Semplice il crumble, veloce, sfizioso e buonissimo! 
E' quello che è capitato a me questa mattina quando ho trovato un bel pò di prugne mature, poche per farci una marmellata e troppe per farci una torta. Per fortuna mi è venuto in mente questo modo gustoso per consumarle, che mi ha salvato sia per il dolce del pranzo, accompagnato da una pallina di gelato alla panna, che per la merenda. L'ideale, a mio gusto, è mangiarlo tiepido.





Ingredienti


  • 50 g farina
  • 70 g zucchero di canna
  • 40 g nocciole tritate
  • 40 g mandorle tritate
  • 50 g burro
  • 500 g prugne 
  • pezzetto di stecca di cannella

lunedì 9 settembre 2013

Torta salata fiori di zucchina e ricotta

Luglio è passato velocemente, agosto, complici le vacanze, è letteralmente volato ed eccoci qui a settembre con una settimana che, almeno così dicono i meteorologi, sarà un anticipo dell'autunno. 
Questo è il periodo dell'anno che amo di più, c'è ancora caldo ma non troppo, la gente è per lo più rilassata e per strada s'incontrano tante persone sorridenti. Avete mai fatto caso alle facce delle persone in luglio, quando c'è un caldo pazzesco e la maggior parte deve ancora andare in vacanza? Su dieci persone forse ne troverete al massimo due sorridenti e rilassate. Tra queste, qualche giorno, anch'io.
Ma torniamo alla cucina, avete preparato cose buone quest'estate? Io proprio no! Complice il caldo, la stanchezza e una pigrizia incredibile, mi sono limitata solo a piatti freddi o di semplice esecuzione. Niente cene o pranzi in compagnia, se non fosse per qualche aperitivo, dove ho dovuto destarmi dal letargo estivo ed essere produttiva. 
Ora staremo a vedere cosa ci riserverà l'autunno.
Per iniziare in bellezza vi presento questa torta salata, che se vi sbrigate, potrete fare con gli ultimi fiori di zucchina di stagione. Una torta quasi light, per ritornare in forma dopo gli eccessi vacanzieri, con una nota golosa dovuta alla pancetta.




Ingredienti
  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 6 fiori di zucchina 
  • 70 g pancetta 
  • 150 g ricotta
  • 30 g parmigiano reggiano
  • 2 uova
  • sale
  • pepe

Preparate la crema stemperando la ricotta nelle uova in modo da formare una crema, aggiungete il parmigiano e regolate di sale (poco perchè c'è la pancetta) e di pepe.
Foderate una tortiera con la pasta sfoglia, bucherellatene la superficie con una forchetta e versateci la crema di ricotta, quindi distribuiteci sopra la pancetta tagliata a cubetti.


Ponete sulla superficie i fiori di zucchina ben lavati e asciugati.


Infornate a 180 °C per 30 minuti circa, fino a quando non si sarà dorata per bene.