venerdì 4 novembre 2011

Arrosto vestito di Doretta

La mia amica Doretta, l'ultima volta che ci siamo viste per uno dei nostri giri alla ricerca di caccavelle, mi ha regalato un mazzo di aromi misti. 


Ancora sulla strada  verso casa, pervasa da questo profumo inebriante, ho iniziato a pensare a come poterli usare e consigliata dalla mia amica Serafina  la scelta è subito caduta su un piatto di carne a lunga cottura. L'abbinamento l'avevo deciso, ma ora dovevo scegliere la ricetta e così ho sbirciato nel blog "dolcipensieri" di Doretta nella sezione carne, dove ho trovato la ricetta dell'arrosto vestito. Visto che nel frattempo, sbirciando tra le ricette si era fatto tardissimo, mi sono letteralmente fiondata al supermercato alla ricerca di un taglio di carne decente per fare l'arrosto, e fortuna ha voluto che trovassi un bel pezzo d'arista. 
Avevo pensato alla carne ma non al vino bianco con cui sfumare la carne, ma di questo me ne sarei resa conto solo l'indomani mattina quando avrei tirato fuori tutti gli ingredienti :-o. Meno male che in casa avevo una bottiglia di vino rosso e, anche se di sicuro non era la prima scelta, me lo sono fatto andare bene ugualmente. Essendo festa, dove lo andovo a comprare il vino?




Ingredienti
  • arista di maiale
  • aromi freschi ( rosmarino, salvia, erba cipollina, timo, maggiorana, finocchietto, aneto)
  • senape di Digione
  • pepe
  • spicchio d'aglio
  • olio extravergine d'oliva
  • vino rosso
  • sale

Prendete la carne e spalmatela di senape massaggiandola con le mani. 


Tritate finemente gli aromi, uniteci il pepe macinato al momento e spalmateli sulla carne rivestendola completamente. 
Mettete in una pentola di ceramica o antiaderente l'olio e fatelo scaldare, aggiungete l'aglio e poi la carne. 


Fate rosolare la carne da tutti i lati girandola con una paletta di legno e mai con la forchetta, in modo che i succhi della carne rimangano all'interno. Sfumate con metà bicchiere di vino rosso, togliete l'aglio e salate.


Coprite e fate cuocere a fiamma bassa per 1 ora e 40, girandolo di tanto in tanto sempre con la paletta.


Affettate la carne, filtrate il fondo di cottura e distribuitelo sulla carne. Io l'ho tagliato quando l'arrosto era ancora caldo ma sarebbe meglio affettarlo quando è freddo per evitare che si rompa, in quel caso sarà necessario riscaldarlo.



Ringrazio Doretta per gli aromi e per la ricetta meravigliosa come del resto lo è lei.

5 commenti:

  1. Mary ...grazie! Che carina che sei ... ( MERAVIGLIOSA ahahahah)
    Hai scritto la ricetta in modo perfetto e bellissime le foto!!!!
    GRAZIE!! Proverò con il vino rosso anche io per sentire la differenza.

    RispondiElimina
  2. Ti è venuto davvero magnifico!!!

    RispondiElimina
  3. Grazie ragazze!
    Doretta ora non volare che ti ho scritto che sei meravigliosa, ah ah ah.

    RispondiElimina
  4. Urca sono già in volo!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. Che bell'arrosto!!!!
    E che belle foto!!!
    bravissima Mary. Baci. Stella

    RispondiElimina