lunedì 21 novembre 2011

Crostata di mele

Mi avevano parlato di un nuovo metodo di lavorare la frolla, che faceva si che la pasta diventasse molto più maneggevole e soprattutto non si attaccasse al mattarello durante la stesura. Naturalmente non ho saputo resistere e mi sono messa a cercare qualche ricetta sfiziosa che avesse tra gli ingredienti la frolla e che mi permettesse di consumare quel quintale di mele che attendevano una miglior vita nel cestino della frutta. Per fortuna mi è venuta incontro Diana che mi ha mostrato questa sua ricetta davanti alla quale non ho proprio saputo resistere. 
Questo dolce, secondo me, ha tutte le caratteristiche per essere un dolce della domenica. E' un dolce ricco con la sua crema a base di panna fresca, delicato per le mele e la sua cremosità e poi è anche bello da vedere e in cucina anche l'occhio vuole la sua parte. Come avete potuto intuire e come potrete constatare dalla lista degli ingredienti non è di sicuro un dolce leggero e ipocalorico ma uno strappo alla domenica si può fare!
Tornando alla frolla e al motivo principale di questa ricetta devo dire che il metodo Montersino funziona, la pasta era molto elastica e la stesura è stata molto facile senza che si attaccasse minimamente al mattarello. 


Ingredienti

Frolla
  • 300 g farina 00
  • 150 g burro
  • 150 g zucchero a velo
  • 1 uovo medio
  • 1 tuorlo
  • 1 cucchiaino d'estratto di vaniglia 
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale

Ripieno
  • 200 ml panna fresca
  • 50 g zucchero semolato
  • 2 uova medie
  • 1 albume
  • 5 mele
  • manciata di uvetta sultanina
  • 1 cicchiaino d'estratto di vaniglia



Preparate la frolla mettendo tutti gli ingredienti in una ciotola e impastando velocemente fino ad ottenere una palla. Avvolgetela con la pellicola e conservatela in frigorifero per un paio d'ore in modo che il burro si solidifichi. Se volete accorciare i tempi mettetela in congelatore per 15-20 minuti.


Mettete l'uvetta ad ammollare in acqua tiepida.
Una volta fatta riposare la frolla, riprendetela e spezzettatela.


Rimpastatela nuovamente ottenendo una palla, in questo modo otterrete una pasta molto più elastica e maneggiabile che potrà essere stesa più facilmente.
Stendete la pasta su un tagliere o su un foglio di carta da forno e foderateci una teglia da crostate delle dimensioni di 27 cm di diametro. 
Preparate la crema sbattendo con le fruste la panna, le uova, lo zucchero e la vaniglia.
Sbucciate le mele, incidetele senza però arrivare all'estremità in modo da creare delle microfettine e disponetele sulla frolla, quindi cospargete con l'uvetta sultanina ammollata.


Coprite le mele con la crema.


Infornate a 180 °C fino a quando la crema non si sarà rappresa, se in superficie tende a scurirsi troppo coprite la crostata con l'alluminio lasciandolo aperto in due lati in modo che non si formi condensa. I tempi di cottura sono molto relativi perchè dipendono dal forno, a me si è cotta in quasi un'ora e mezza a Diana in un un'ora. Una volta cotta, sfornate e fate raffreddare. Traseritela su un vassoio, cospargetela di zucchero a velo e servite.
Io l'ho mangiata il giorno dopo ma secondo me è ottima anche tiepida. 




14 commenti:

  1. NOOOOOOOO!!!! Senza parole....
    E' B E L L I S S I M O!!!!!!!!!
    Complimenti Mary!!!
    (Alla fine per domenica non fatto la torta con gli amaretti.^^; Prima o poi provero' a farla!)

    RispondiElimina
  2. Bellissima Mary!!!!La crema quanto va sbattuta?

    RispondiElimina
  3. Grazie Ragazze!

    Doretta, in tutto l'avrò sbattuta 7 minuti....avevo un pò di fretta.

    RispondiElimina
  4. Mi piace tantissimo!!...è molto bella e dev'essere molto buona , la farò senz'altro!

    RispondiElimina
  5. ma che bella!!!ti copio di sicuro.....e se dico che ti copio.......lo sai che lo faccio!!!

    RispondiElimina
  6. Buonissima!!! Da provare sicuramente!!!

    RispondiElimina
  7. Grazie ragazzuole belle per i complimenti!
    Serafina so che mantieni sempre le promesse.

    RispondiElimina
  8. E' deliziosa!!!!!
    Sento il profumo da qui!!!
    Baci. Stella.

    RispondiElimina
  9. il metodo Montersino pe rla frolla è favoloso... io non lo abbandono più!
    e questa crostata è favolosa!!

    RispondiElimina
  10. Ciao!!
    Che bel dolce sano e goloso insieme :)
    A presto
    Georgie

    RispondiElimina
  11. Ma che buona questa torta di mele! Buon we, a presto.

    RispondiElimina
  12. Mary non mi ero accorta che l'avevi pubblicata pure qui, devo dire che la tua è molto più bella della mia.
    Sono contenta sia piaciuta anzi quasi quasi la rifaccio pure io.
    Se la prossima volta ti sembra che la crema sia troppo liquida elimina l'albume che io utilizzo togliendolo dalla frolla perchè non mi piace sprecare nulla, eventualmente puoi anche montare a neve gli albumi ed inserirli nella crema così la crema è più spumosa e sostenuta.

    RispondiElimina
  13. Grazie ragazze!

    Hai ragione Enza,il metodo Montersino è proprio fantastico.

    Diana questa tua torta meritava di essere pubblicata, è così buona!

    RispondiElimina
  14. me l'ero persa?!!? cmq ricetta salvata tra i preferiti!!!!!!!

    RispondiElimina