giovedì 31 maggio 2012

Pasta frolla di Claudio Sadler

Ultimamente ho sviluppato una vera e propria passione per la frolla e questo mi porta a provare sempre nuove ricette, tutte molto simili ma dal risultato diverso. Penso di aver provato ormai 15 ricette diverse. 
La crostata mi sa da dolce coccoloso, un tempo non mancava mai nei buffet per le feste di compleanno dei bambini, ora purtroppo si usa poco non perchè ai bambini non piaccia la crostata, ma perchè molto spesso gli adulti etichettano questo dolce come superato e si orientano verso altri dolci più golosi. 
Se siete nella categoria di quelli che non amano la crostata con la marmellata vi consiglio di imparare comunque a farla anche perchè la frolla la si trova spesso come base per diversi dolci, dalla torta con crema di riso a quelle con crema e frutta, per non parlare poi della pastiera o delle torte di mele.
Tanti non riescono ad ottenere una frolla decente, alcuni si lamentano perchè è troppo friabile altri invece perchè è troppo croccante. Io consiglio di provare diverse ricette tenendo conto del fatto che, più la quantità di burro è alta, più la frolla risulterà friabile, mentre più è alta la quantità di zuccherò, più la frolla risulterà croccante. Per cui non dovete far altro che regolarvi con le quantità di questi due ingredienti a seconda del risultato che volete ottenere.
Altra cosa importante quando si fa questo dolce è il tipo di zucchero che si usa,  io consiglio di usare solo lo zucchero a velo che si scioglie perfettamente con i tuorli. 
Questa ricetta non è farina dei miei esperimenti, l'ho copiata pari pari da Claudio Sadler. Mi è piaciuta perchè tra gli ingredienti ha la farina di mais, che  dà questa consistenza granulosa, che a me piace un sacco.





Ingredienti
  • 270 g farina 00
  • 180 g burro morbido
  • 120 g zucchero a velo
  • 30 grammi farina di mais
  • 3 tuorli
  • 3 g sale
  • buccia grattugiata di metà limone
  • buccia grattugiata di metà arancia

Setacciate le due farine, disponetele a fontana e versateci al centro della fontana lo zucchero a velo. Separate i tuorli, uniteci gli aromi e versateli al centro della fontana, quindi lavorate i tuorli con lo zucchero in modo da sciogliere lo zucchero. 
Unite il burro morbido e lavoratelo con le mani così da amalgamarlo allo zucchero e ai tuorli. Aggiungete il sale e iniziate a lavorare il tutto cercando di incorporare nell'impasto anche la farina. 
Lavorate il composto fino a ottenere una palla bella liscia.

Aiutandovi con un mattarello appiattite la palla formando un panetto rettangolare. In questo modo la frolla raffredderà più in fretta. 


Fate riposare la frolla in frigo fino a quando non diventerà bella dura, riprendetela e fatela a pezzi.


Rimpastate il tutto in modo da ottenere di nuovo una palla. Questo procedimento l'ho imparato da Montersino e devo dire che così facendo la frolla si stende molto più facilmente.
Stendete la frolla e fodetate uno stampo da crostata di 25 cm di diametro, farcite con marmellata o crema al cioccolato e decorate con le strisce di frolla.


Infornate a 180 °C per 25 minuti circa fino a quando non sarà ben dorata.





13 commenti:

  1. me la salvo..anche solo per fare la crostata di marmellata!!! ispira ispira ispira!!!

    RispondiElimina
  2. mary devo dire che è una frolla molto particolare certo che la provero' nuove ideee per la comunione di mio figlio questa mi piace e me la salvo .un bacio veronica

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia, mi piace con la farina di mais! ;)

    RispondiElimina
  4. Ciao Mary!
    Mi sarebbe piaciuto tanto fare la colazione con questa crostata...^^
    Thanks per tanti consigli!!!
    Prima o poi proverò a fare la tua frolla!!!
    Buon weekend!!!

    RispondiElimina
  5. questa ricetta di frolla con farina di mais la devo proprio provare!!!
    Brava Mary!!!

    RispondiElimina
  6. Che fettina fantastica!! Mary un pezzetto?
    Baciotti

    RispondiElimina
  7. Grazie ragazzi e provatela perchè merita davvero!

    RispondiElimina
  8. grazie per averci fatto vedere tutti i passaggi, sadler è sadler però vederlo fatta cosi da te è molto convincente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!! Dopo anni di esperienza ed esperimenti sono diventata l'esperta delle crostate.

      Elimina
  9. Complimenti per il tuo blog è davvero interessantissimo! E questa ricetta devo dire mi ispira molto.Ho appena fatto la composta di fragole e vaniglia che ci sta a meraviglia su questa frolla! Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Composta di fragole e vaniglia? Uhm che delizia, mi hai fatto venire voglia!
      Grazie.

      Elimina
  10. la voglio...e la faccio!!!ahhh ciao cara
    Elisiana

    RispondiElimina