Pastiera napoletana di Scaturchio a modo mio

Come ogni anno a Pasqua non può mancare la pastiera a chiudere il pranzo, la preferisco di gran lunga alla colomba che così come il panettone e il pandoro non mi piacciono un granchè. Ne ho fatto anche una piccola per la colazione di domani mattina, giusto per iniziare bene la giornata.
La ricetta di quest'anno l'ho trovata sul sito quicampania ed è del famoso pasticcere napoletano Scaturchio. Io l'ho modificata in alcune cose, quali l'ammoniaca nella frolla, che io non ho messo, la quantità di zucchero, che io ho ridotto e i canditi che ho preferito non usare. Il risultato è buono, anche se preferisco la versione dell'anno scorso con la frolla col burro. 




Ingredienti

Frolla
  • 500 g farina 00 
  • 200 g zucchero a velo
  • 200 g strutto
  • 2 uova medie
  • 1 limone buccia grattugiata

Ripieno
  • 580 g grano cotto (1 barattolo)
  • 250 ml latte
  • 500 g ricotta (presa al caseificio del giorno prima)
  • 5 uova medie 
  • 300 g zucchero semolato
  • 4 cucchiai di acqua millefiori


Preparate la frolla  impastando velocemente tutti gli ingredienti a mano o con un robot da cucina fino a quando non otterrete una palla soda. Schiacciatela un pochino in modo da formare un rettangolo, in modo che raffreddi più velocemente, e mettetela a riposare in frigorifero fino a quando sarà bella dura. Potendo potete prepararla il giorno prima della cottura.


Il giorno prima della cottura setacciate la ricotta e mescolatela con lo zucchero. Lavate sotto l'acqua corrente il grano in modo da eliminare quella patina bianca e il liquido di conservazione, quindi cuocetelo con il latte a fuoco medio basso fino a quando il latte non verrà assorbito.

Il giorno della cottura mescolate il grano con la ricotta. Sbattete le uova con lo sbattitore fino a quando non diventeranno chiare quindi aggiungete a cucchiaiate il grano e la ricotta nelle uova. Per ultimo unite l'acqua millefiori.


Stendete la frolla e foderate una tortiera, io ne ho fatto una da 24 e una da 13 cm, quindi versate all'interno la crema. Con il resto della frolla formate delle strisce larghe e disponetele sulla crema come si fa con la crostata.


Infornate a 190 °C fino a quando non diventerà bella dorata, la mia 1 ora e mezza. 


    
 


Commenti

  1. fantastica, cosa non darei per quella fettina
    Buona Pasqua
    baci
    sabina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabina, chissà quante cose buone avrai preparato tu per oggi.
      Auguri anche a te.

      Elimina
    2. in realtà non ho preparato nulla perchè sono sola soletta con marito
      auguri ancora

      Elimina
  2. Ciao Mary! ^^
    Buona buona buonaaaaa!!! Come sempresei bravissima! ^^
    Ma...alla fine la colomba non l'hai fatta? ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rika!
      La colomba l'ho fatta, però era salata non dolce.

      Elimina
  3. E' molto simile a quella che faccio io. Nella frolla metto metà strutto e metà burro: perfetta.
    Complimenti Mary!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Michela! L'anno prossimo ritorno anch'io al burro, mi piace di più.

      Elimina
  4. Luce delicioso y hermoso quiero ir por un pedazo,abrazos y abrazos

    RispondiElimina
  5. Back in 1985-86, when used cars northwest arkansas were running tiny 1.

    Sunni in these areas are feeling acutely vulnerable to a
    renewed drive against them as the tit-for-tat bombings deepen sectarian hatred.
    Now we shall discuss a little about the hobby grade radio control car.
    Before going into more detail, a few of the newer models such as monster trucks, regular used cars northwest arkansas, racer types
    and SUV s. Safety is given a special place while designing the car.
    Performing periodic safety inspections is an important proactive approach.


    My blog post used car reliability ratings

    RispondiElimina

Posta un commento