venerdì 26 aprile 2013

Arrosto ripieno agli asparagi e caciocavallo

Con questo piatto ho aperto la stagione degli asparagi, per cui vi avviso che ci saranno almeno 3 ricette a seguire, sulla quarta staremo a vedere. L'hanno scorso è stato l'anno dell'asparago bianco di Bassano, ne ho mangiati talmente tanti che ora appena li vedo mi viene la nausea, quest'anno sono passata all'asparago verde, secondo me altrettanto buono. Tra tutti gli svariati modi di prepararli non avevo ancora provato l'abbinamento con la carne, o meglio li avevo si usati come contorno, ma non li avevo mai messi nella carne, cosa che ho fatto con quest'arrosto. Ho ottenuto un arrosto saporito e delicato nello stesso tempo e per fortuna anche buono visto che, per consumare un pezzo di carne da un chilogrammo, ci abbiamo dovuto cenare per quattro giorni di fila



Ingredienti per 8 persone
  • 1 kg fesa di tacchino in un'unica fetta
  • 7 asparagi
  • 2 uova medie
  • 50 g caciocavallo
  • grana grattugiato
  • pepe
  • sale
  • olio extra vergine d'oliva
  • 2 bicchieri di vino bianco
  • spago da cucina



Riscaldate l'olio in una pentola antiaderente e fateci rosolare gli asparagi, abbassate la fiamma e cuocete per 6-7 minuti con il coperchio. In una ciotola sbattete le uova con il grana, il sale e il pepe. Aggiungete il composto di uova agli asparagi e strapazzatelo con il cucchiaio, quando l'uovo si sarà rappreso, spegnete il fuoco.


Stendete la fesa di tacchino e appiattitela con il batticarne, pepatela, salatela poco e disponeteci sopra le uova, quindi il caciocavallo a fettine.


Arrotolate l'arrosto e legatelo stretto con dello spago da cucina. 
Mettete a scaldare l'olio in una pentola antiaderente e rosolateci l'arrosto da tutti i lati, sfumatelo col vino bianco, quindi abbassate la fiamma a fuoco medio basso salate e portatelo a cottura


Il mio essendo così grande l'ho cotto in forno per un'ora, ma con uno più piccolo si può fare tranquillamente la cottura in pentola chiusa. 
A cottura ultimata tagliatelo a fette e irroratelo con la salsina di cottura. Potete prepararlo in anticipo e tagliarlo da freddo, quindi riscaldarlo in forno con la salsina d'accompagnamento. 




3 commenti:

  1. è un ottimo modo per dare colore e sapore alla carne di tacchino, che non a tutti è gradita cosi invece la si apprezza moltissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti hai proprio ragione!

      Elimina
  2. ciao e complimenti per la ricetta! mi viene fame solo a vederla!

    volevamo avvisarvi che è partito il nuovo contest di ricette a base di latticini e formaggi L’ArTTE IN CUCINA organizzato da “A FUOCO LENTO – l’appetito vien mangiando!”
    CLICCA QUI PER PARTECIPARE AL CONTEST

    Perchè non partecipi con questa ricetta?

    RispondiElimina