martedì 23 febbraio 2016

Rotolo di meringa con petali di rosa e lamponi di Yotam Ottolenghi

E' da più di dieci anni che Guido mi chiede di fargli le meringhe, ma io ho sempre fatto finta di non sentirlo, o meglio gli ho sempre detto che gliele avrei fatte prima o poi, molto poi che prima. Le meringhe non è che mi facciano proprio impazzire, un po' la consistenza, un po' il sapore, un po' i tempi lunghi di cottura, mi hanno fatto sempre desistere. Poi ho visto la foto di questo dolce, e considerato l'autore di questa ricetta, che mai e dico mai, mi ha deluso, mi sono decisa a provare la meringa. Non vi dico la gioia di Guido quando ha saputo che gli avrei fatto la meringa, era così contento che appena l'ho sfornata, mi ha fatto un buco per assaggiarla...volevo accopparlo!
Vi starete chiedendo se questa volta Ottolenghi mi ha deluso, la risposta è no, questo rotolo era eccezionale. Uno dei dolci più buoni che io abbia mai mangiato e fatto, una meringa con un cuore morbidissimo e quella crema poi, dovete assolutamente provarlo.





Ingredienti
Meringa
  • 4 albumi
  • 250 g zucchero superfine
  • 1 cucchiaino aceto di vino bianco
  • 1 cucchiaino di amido di mais
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia

Crema
  • 400 ml panna
  • 100 mg mascarpone
  • 1 1/2 cucchiaio di acqua di rose
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo
  • 200 g lamponi 
  • 2 cucchiai di petali di rosa (io non li ho messi)
  • pistacchi

Foderate con la carta da forno una teglia rettangolare 33 per 23, lasciando che la carta sporga un centimetro dai bordi.
Montate con le fruste gli albumi fino a quando non prendono consistenza, aggiungete poco per volta lo zucchero superfino e continuate a sbattere fino ad avere una meringa bella lucida e soda.


Unite l'aceto, la vaniglia e l'amido di mais e mescolate con un cucchiaio. 
Trasferite la meringa nella teglia e livellatela. 


Infornate a 160 °C per 30 minuti, il tempo di cottura è assolutamente perfetto, avrete una meringa morbida all'interno e croccante fuori. Sfornate e lasciate raffreddare all'interno della teglia.
Montate il mascarpone con l'acqua di rose e lo zucchero a velo usando la frusta a mano, io ho usato la planetaria, fino a quando non sarà bello liscio. Unite la panna e frullate fino ad avere una crema morbida che non coli. 
Coprite la meringa con la carta da forno e ribaltatela, quindi staccate con delicatezza la carta da forno usata per la cottura. Spalmate sulla meringa la crema facendo attenzione a lasciare scoperti i bordi, tenendone da parte un pò per la superficie, i lamponi e i petali di rosa.


Arrotolate la meringa dal lato più lungo aiutandovi con la carta da forno e trasferite il rotolo su un piatto da portata.
Spalmate al centro la restante crema e decorate con i lamponi, i petali di rosa e i pistacchi tritati.




Questo è il filmato in cui Ottolenghi esegue questa ricetta tratta dal libro Plenty more.



Io ho cotto la meringa alla sera e il mattino successivo verso le 10:30 ho preparato la crema, montato il dolce e conservato in frigo fino a venti minuti prima di servirlo a pranzo.
 

1 commento: